partita-di-D&D

Ultimo aggiornamento:

Cosa accadrebbe alle nostre vite, alla nostra realtà quotidiana, se il nostro mondo seguisse le strane leggi di Dungeons & Dragons e dipendesse da un semplice tiro di un d20?

Abbiamo voluto immaginare cosa accadrebbe se la nostra vita seguisse le regola di una partita di D&D. Morirai nelle prime ore o diventerai un temibile guerriero?

Se Dungeons and Dragons fosse reale…

Dungeons & Dragons

1. Per evitare la friendzone ci basterebbe fare una prova di percepire intenzioni e salvarci così da anni di dolorosa angoscia.

2. Ogni volta che avremmo da svolgere un’azione impegnativa, sia fisica che mentale, che richieda le nostre conoscenze o le nostre abilità, saliremmo di esperienza e Dio ci darebbe una manciata di euro in base alla difficoltà dell’azione svolta.

3. La nostra vita partirebbe in medias res ad un’età media di circa 18 anni e potremmo scegliere i nostri tratti fondamentali. Potremmo anche tirare i dadi per decidere la lunghezza del nostro attrezzo o del nostro seno.

4. Se ci trovassimo davanti ad una difficoltà, ci basterebbe tirare i dadi per fare una prova di abilità.

5. Se non trovassimo più una cosa o non riuscissimo a svolgere un’azione, ci basterebbe ricorrere al provare x20 o x 100 per riuscirci senza alcun problema.

6. Se un nostro caro amico o un parente morisse, ci basterebbe aspettare qualche giorno per ritrovarcelo a fianco sotto un’altra forma.

7. Per imparare una lingua nuova basterebbe leggere un libro di testo per poi inserire la lingua nella nostra scheda e parlarla fluentemente.

8. Leggendo un libro di testo potremmo inserire il contenuto nei nostri talenti e saperne il contenuto sempre senza mai dimenticarcelo. Così facendo tutti i problemi legati allo studio scomparirebbero.

9. Alla nostra morte potremmo respawnare con un anno di vita in meno oppure reincarnarci in un’altra persona.

10. Ogni anno le nostre abilità crescerebbero e ogni quattro anni potremmo aumentare le nostre caratteristiche.

11. Agli esami orali ci basterebbe fare una prova di intimidire e raggirare per ottenere la sufficienza.

12. Ci potremmo muovere di massimo 9 metri e tutto il resto del mondo dovrebbe rimanere immobile fin quando non avremmo terminato il nostro movimento.

13. Per poterci muovere o svolgere qualunque azione dovremmo prima annunciarlo a tutti quanti.

14. I musicisti guadagnerebbero ancora qualcosa!

15. Come sarebbe la nostra vita? Ovviamente molto breve…

16. Considerando tutti quelli che si improvviserebbero avventurieri, mi lancerei certamente nel settore delle Onoranze Funebri.

17. Non mi preoccuperei delle distanze, un Teletrasporto ed è tutto risolto.

18. Ci sarebbe sempre lavoro. Non hai niente da fare?Basta cercarti un Dungeon.

19. Per combattere la disoccupazione basterebbe parlare con un locandiere a caso.

20. Passeremmo buona parte delle giornate tra i cadaveri: a crearli, a perquisirli o, eventualmente, a diventarli.

21. Non ci sarebbe pace e l’aspettativa di vita media si abbasserebbe drasticamente.

22. Avremmo bisogno di un talento apposito perfino per essere in grado di soffiarci il naso correttamente.

23. Se noi fossimo i Dungeon Master, saremmo gli dei in terra e tutto il mondo dovrebbe seguire le nostre leggi e regole.

24. I bardi potrebbero incidere cd musicali da regalare al party, per buffare tutti al primo colpo senza essere presenti.

25. Procacciare cibo e cucinare sarebbe una cosa talmente semplice che non esisterebbe più la fame nel mondo.

26. I chimici sarebbero in grado di sintetizzare pozioni in grado di produrre gli effetti più strani e curare tutte le malattie.

27. Potremmo sposarci con tutte le donne/uomini che vorremmo e, in caso di noia, uccidere le nostre compagne senza destare scalpore.

Prendendo spunto da questa simpatica lista di cose che accadrebbero se la nostra vita seguisse le regole di una partita di D&D, proponete e commentate con le vostre idee e proposte:D Le più belle verranno inserite nell’articolo!

Clicca per votare il post!
[Total: 3 Average: 5]

3 Commenti

  1. Se D&D fosse reale, per combattere la disoccupazione basterebbe parlare con un locandiere a caso.
    Se D&D fosse reale, i bardi potrebbero incidere cd musicali da regalare al party, per buffare tutti al primo colpo. Senza essere presenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here