Leon melancholia film luc besson

In questi giorni non si fa che parlare di loro, dei Melancholia, gli artisti migliori (personalmente) di questo X Factor 2020, ingiustamente eliminati. Questo innovativo gruppo musicale dal genere sperimentale/alternative si è fatto amare soprattutto per due brani originali, Alone e Léon, due pezzi spettacolari.

Al primo ascolto del secondo brano mi si è subito accesa una lampadina, e mi sono chiesto: “Ma vuoi vedere che quel Léon è lo stesso del film di Luc Besson?”. Più ne analizzavo il testo, più ne avevo la certezza. Eppure, online, non trovavo alcuna dichiarazione in merito.

Léon è ispirato al film di Besson?

Finalmente, dopo un’estenuante ricerca, mi sono battuto in una loro dichiarazione telefonica fatta a Vanityfair.

«Leon nasce due anni fa, l’ho scritta una notte che ero più triste del solito, addormentandomi con quella parola nella testa. Il giorno dopo ne ho parlato con Filippo e Fabio e abbiamo iniziato a lavorarci. All’inizio era nato come un pezzo molto techno ma poi, col tempo, ha preso un’altra strada, più cinematografica, visto che è ispirato al film di Besson» hanno rivelato in un’intervista i Melancholia, quindi sì: il Léon di cui cantano è lo stesso dell’omonima pellicola di Luc Besson interpretato da Jean Reno.

E non poteva che essere così. Basta ascoltarne, anche solo distrattamente, il testo per capirlo.

Il testo di Léon

Amor
You don’t find me
I’m a reckless
Are you knocking at
The door?
You don’t want to
Watch me bleed
You won’t find me
At home

Why’d they kill me?
I didn’t watch it
I don’t feel you
So close
I’m a criminal
You’re a reckless
Why don’t you want me, Léon?

Amor
Everybody
Dies around me
I can cry with
Dignity
I’m a toy girl
In your courtyard
You won’t find me
Léon

You can show your love, Léon
I can sleep with you, Léon
You can close your eyes, Léon
You can laugh with me, Léon
You can cry with me, Léon
Drink with me your milk, Léon
I can use your guns, Léon
I can grow your plant, Léon
Amor

It’s not a joke
I want to kill ’em
I’m not looking for God
Léon
I’m a criminal
You’re a reckless
Why don’t you want me, Léon

They have killed you
And now I’m alone
This is from me
Amor

Il suo significato

Il testo della magnifica canzone della band sperimentale ripercorre l’intero film di Besson raccontandolo dal punto di vista di Mathilda, la bambina protagonista interpretata da una giovanissima Natalie Portman.

Léon sembra così una lettera d’amore di Mathilde all’uomo che l’ha salvata, che le ha dato rifugio e l’ha protetta. E’ nel ritornello del loro brano, però, che si capisce in modo ancor più convincente. Tralasciando le prime strofe, che raccontano la relazione di amicizia/amore dei due protagonisti, la canzone continua dicendo “Drink with me your milk, Léon/Bevi con me il tuo latte, Léon“, dedicando la strofa al vizio del personaggio di bere soltanto bicchieri di latte; “I can use your guns, Léon/Posso usare le tue pistole, Léon“, strofa riferita al desiderio di Mathilda di diventare una sicaria e usare le pistole dell’amico; “I can grow your plant, Léon/Posso coltivare la tua pianta, Léon“, strofa dedicata alla pianta che Léon porta sempre con sé e che la protagonista pianterà a fine del film in un momento struggente.

Quindi, che dire: oltre ad essere dei bravissimi artisti hanno anche ottimi gusti in termini cinematografici! Non possiamo che augurargli tanta, tanta fortuna!

Articolo precedente10 Migliori anime Seinen di sempre
Articolo successivoLe 10 migliori opening di The Office che ci sono rimaste nel cuore
Un consulente SEO? Uno scrittore a tempo perso? Un creativo a tutto tondo? Macché, è solo Alvise, il fondatore di Contea Geek. Vive sulla terra da ormai 26 lunghi anni e ogni argomento geek lo interessa, dai giochi da tavolo al cinema, dai fumetti agli anime. Consulente SEO e SEM presso alvisecanal.it e autore di Keyword Research Avanzata, ogni tanto si finge anche scrittore di fantasy e critico cinematografico.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here