Nerd: Significato, Traduzione e Cultura Nerd

Ripercorriamo assieme la storia della parola Nerd, dalla sua etimologia, proveniente dagli anni '50, al significato e alle traduzioni che ha assunto oggi.

0
63
Nerd Significato e Traduzione
Nerd Significato e Traduzione

Significato

Molti si chiedono quale sia il reale significato di Nerd, perché questo termine, nel tempo, ha assunto molti sinonimi e definizione diverse. La parola nerd individua una persona asociale, priva di abilità sociali e chiusa in sé stessa, generalmente ossessionata da attività solitarie che richiedono una grande intelligenza o grandi abilità tecniche, come gli scacchi e l’informatica.

In origine il significato era dispregiativo e ancora oggi viene solitamente utilizzato per indicare persone emarginate e considerate da altri “sfigate”, benché oggi siano sempre di più le persone che si definiscono nerd con un certo orgoglio.

Acronimo

Molti in Italia credono che il termine nerd sia un acronimo: niente di più sbagliato. In verità questa associazione è avvenuta molto tempo dopo che il termine divenisse di uso corrente.

L’acronimo sarebbe Northern Eletric Research and Development e servirebbe ad indicare una persona solitaria che ama la tecnologia, o più propriamente l’informatica e la programmazione.

La vera etimologia

L’etimologia è ancora sconosciuta e vi sono diverse correnti che vorrebbero la nascita del termine provenire da diverse fonti. Tutte però concordano sull’anno in cui la parola nerd si attestò nello slang degli studenti americani, ovvero il 1951.

La parola comparve nel 1950 nel libro If I Ran the Zoo del Dottor Seuss, dove indicava un animale immaginario.

Molto più probabilmente il termine era una variazione di nerts, un’affermazione dispregiativa in uso nello slang americano, o nuts, termine che significa pazzo, sempre con valore dispregiativo.

Secondo alcune fonti la parola sarebbe un’alterazione del termine degli anni ’40 nert, utilizzata per indicare una persona stupida o pazza, che è di per sé un’alterazione di nut. Altre vorrebbero invece che la sua origine derivasse dal termine knurd, ovvero ubriaco all’indietro, usato per indicare quelle persone che preferivano studiare o stare da soli piuttosto che fare festa.

Dagli anni ’70 in poi il termine divenne di uso massiccio grazie alla serie tv americana Happy Days.

Differenze con il termine Geek

Di questo argomento ne avevo già parlato accuratamente sull’articolo che tratta il significato e la traduzione di Geek, ma è bene riproporlo anche qui. Nerd e Geek sono due termini molto diversi l’un l’altro e che hanno due valenze diametralmente opposte.

La parola Nerd viene utilizzata con valore dispregiativo per indicare tutte quelle persone asociali che passano la propria vita a casa a giocare ai videogiochi e/o a smanettare sul proprio computer.

Geek è invece un termine positivo con il quale vengono identificate tutte quelle persone che hanno un’enorme passione per un determinato argomento, sia questo il mondo giapponese e gli anime, i giochi da tavolo, il cinema o i libri, sopratutto quelli fantasy. Un geek è però una persona socievole, orgogliosa di sé stessa e della propria cultura, che dimostra una grande conoscenza nel campo d’interesse e che è sempre felice di parlarne con altre persone.

Due termini che, benché spesso vengano scambiati l’un l’altro, hanno due valenze completamente opposte.

Traduzione

La parola Nerd in realtà non ha alcuna traduzione. Per quanto, infatti, questa sia una parola inglese, una traduzione in italiano non esiste.

Molti credono che la traduzione sia sfigato e secchione, ma in realtà questa è solo una valenza dispregiativa che ha assunto nel tempo, un sinonimo non corrispondente alla realtà.

Cultura Nerd

La cultura e l'abbigliamento nerd

A distanza di molte decine di anni, la comunità nerd è divenuta piuttosto consistente e il termine ha, nella maggior parte dei casi, perso la sua valenza dispregiativa. La cultura nerd è spesso rappresentata da The Big Bang Theory, ma in realtà nessuno dei protagonisti della serie TV è un vero e proprio nerds.

Essi risultano infatti essere più dei geek che altro, che mostrano le loro passioni e i loro passatemi. In questi ultimi anni, inoltre, sono aumentate le persone fiere di potersi chiamare nerd, perché acculturate e con una grande conoscenza su determinati settori.

Attualmente, infatti, la cultura nerd è rappresentata si dai videogiochi e dalla tecnologia, ma anche dalla letteratura, soprattutto quella fantascientifica e fantasy, dai giochi da tavolo e di società e dal cinema.

Oltretutto un nerd è, solitamente, una persona dalla grande cultura, dalla mente aperta e che approfondisce gli argomenti, comprendendo l’importanza della conoscenza.

Da leggere: Estate Nerd: 10 cose nerd da fare in estate

Cosplaying

Fenomeno sempre più in crescita, soprattutto per merito delle Fiere del Fumetto e dei vari eventi, è quello del cosplay. Il fenomeno del cosplaying è quello che vede persone di tutte le età costruire/cucire i vestiti dei propri personaggi preferiti, soprattutto di anime, per poi indossarli e imitarli negli atteggiamenti e comportamenti durante le varie fiere cosplay.

Abbigliamento

Per qualche strana ragione nell’immaginario collettivo il tipico vestiario da nerd sono gli occhiali, come se appena lo si diventi si perdessero un paio di diatribe. Questa immagine deriva dall’idea che ci si era fatta negli anni 50-60 dove le persone così chiamate erano i secchioni e gli sfigati, spesso “brutti” e occhialuti.

Oggi giorno non esiste un abbigliamento generale, anche se molti adorano le maglie di TeeTee, Pampling e Noorhero e le altre t-shirt nerd. Difficilmente, però, troverai un nerd che segue la moda, ritenendola una cosa troppo stupida o superficiale.

Fandom

Immagine sul fandomI vari fandom in realtà non indicano per forza una comunità nerd, ma è molto frequente che una persona appartenente ad un fandom sia anche un geek o nerd. I fandom sono le comunità di appassionati di determinati film e serie tv.

Esistono ad esempio i Potterhead, appassionati di harry Potter, oppure i Whovian, appassionati di Doctor Who.

Otaku

In un dizionario nerd non può certo mancare il termine otaku, che indica quell’insieme di persone ossessionate dal Giappone, dagli anime e dai manga.

Giochi Nerd

Il gioco tipico per nerd è senza alcun dubbio Word of Warcraft, il videogioco fantasy più conosciuto al mondo, e, in modo minore, i vari Final Fantasy. Questo quando il termine aveva ancora una valenza dispregiativa e indicava solo gli ossessionati dalla tecnologia.

Oggi i nerd, divenuti per lo più geek, sono soliti passare i propri pomeriggi e le proprie serate con Munchkin, Terra Mystica o tanti altri fra i migliori giochi da tavolo. Ma anche altri videogame, come Halo e Dark souls.

Ragazze Nerd

Per qualche ragione si è soliti credere che le ragazze nerd non esistano e siano una sorta di leggenda metropolitana. Dagli ultimi anni a questa parte, invece, è molto semplice trovare persone di sesso femminile che si autodefiniscono nerd.

Di ragazze che amano i videogiochi, che leggono fumetti, si appassionano agli anime e alla tecnologia ne è pieno il mondo, per fortuna. E’ raro trovare una ragazza nerd perché è difficile che qualcuna si definisca tale, essendo il termine per lo più dispregiativo e usato per indicare persone obese esperte d’informatica.

Eppure basta fare un salto alle Fiere del Fumetto e ai vari eventi nerd, come ad esempio il Lucca Comics, per accorgersi di quante persone di sesso femminile vi siano. La cultura nerd e geek, infatti, non ha sesso.

Una ragazza nerd non è un essere mitologico incredibile, non ha tre occhi, non pesa 120 chili e non ha la barba. Come per tutti i nerd e geek di sesso maschile, sono semplicemente persone che si sono appassionate alle serie tv, al cinema, ai videogiochi e alla tecnologica, grazie soprattutto a Internet e YouTube.

[Voti: 4    Media Voto: 5/5]