Verifica dominio libero
Verifica dominio libero

Immagina di aver appena ideato un nuovo prodotto o di aver appena deciso, insieme ai tuoi collaboratori, il nome della nuova azienda che state per fondare o della start-up che state per lanciare. Avete svolto l’analisi di mercato, avete elaborato la strategia di marketing e ora tocca alla costruzione del sito. Vi serve, quindi, un nome dominio, e, ancora prima, un tool per verificare se il dominio è libero e disponibile.

Se l’operazione di branding/naming è stata svolta in modo amatoriale e senza consultare il web, potresti infatti aver scelto un dominio già occupato, e quindi trovarti senza possibilità di lanciare il tuo nuovo progetto online. Serve quindi eseguire una verifica dominio per controllare che il dominio scelto sia disponibile.

Controllare la presenza di domini liberi è molto importante anche per chi si occupa di affiliate marketing e vuole appropriarsi degli EMD, Exact Match Domain, ovvero di domini che presentano la parola chiave al loro interno.

Ma andiamo subito alla parte pratica e vediamo come controllare che i domini siano liberi.

Come eseguire la verifica dominio

Sul Web si trovano diversi tool e siti che fanno al caso nostro e che ci permettono di verificare istantaneamente la presenza di domini liberi. Vediamone alcuni, quanto meno i più famosi ed efficaci.

Questi strumenti sono solitamente messi a disposizione da aziende che si occupano di registrazione e vendita di domini finalizzati all’acquisto di server e piani di hosting, le quali devono mettere a disposizione del cliente la possibilità di verificare che il proprio nome dominio scelto sia disponibile e, quindi, utilizzabile, così che si possa effettuare l’acquisto e registrazione.

Per verificare un dominio è necessario, ovviamente, inserire anche il TLD che ci interessa utilizzare. Potrebbe infatti risultare che nomedominio.com sia occupato ma che nomedominio.it sia invece libero. Starà a te scegliere se va bene anche un TLD diverso, in base al progetto che gestisci.

5 siti per Verificare se il Dominio è Libero e disponibile

Serverplan

ServerPlan Verifica Domini Liberi
Tool per la verifica di domini liberi

Serverplan mette a disposizione di tutti un servizio di Whois che permette, con un semplice click, di ricercare domini liberi e verificare che questi siano disponibili. Il tool, al quale puoi accedere da questo link, funziona semplicemente scrivendovi il nome dominio con il TLD appropriato e cliccando sul pulsante Whois!.

Nessuna funzione super avanzata, ma un modo semplice e veloce per effettuare la verifica di un dominio.

Serverplan è inoltre l’hosting che abbiamo scelto per Contea Geek e che mette a disposizione i migliori piani di Hosting, economici e di grande qualità, che vantano un’assistenza spettacolare!

Cerchi un Hosting ? Offerta ServerPlan: Hosting Linux Da 24€ Tutto Incluso!

DrWhois

DrWhoi Verifica Dominio

Se stai cercando uno strumento fulmineo e a prova di bambino, DrWhois è il tool che fa al caso tuo, in grado di verificare la disponibilità di un dominio in modo veramente rapido e semplice. Il suo utilizzo è particolarmente consigliato perché permette di verificare più domini contemporaneamente. Vediamo in breve come funziona.

L’utilizzo di drWhois è davvero banale. Basta cercare o digitare l’indirizzo del sito, aprirlo, inserire all’interno dell’apposito spazio al centro della pagina il nome dominio, selezionare l’estensione o le estensioni alle quali si è interessati e cliccare su “verifica disponibilità”, il pulsante verde posto sotto al form. Punto di forza di questo tool è che permette di inserire più di un dominio alla volta, così da verificare la disponibilità di diverse scelte contemporaneamente.

In seguito al clic avremo una risposta nel giro di qualche istante. Un report comparirà indicandoci con una spunta verde i domini selezionati liberi, mentre con una croce rossa quelli già occupati o bloccati.

A questo punto il programma ci mette a disposizione un’altra opzione davvero utile, la quale ci permette di scoprire tutti i dettagli legati al nome occupato. Basterà cliccare su “vedi in dettaglio” e si verrà portati ad una schermata nella quale appariranno tutti i dati del dominio di riferimento, come il nome del proprietario, la data di creazione e di scadenza, lo status e via discorrendo.

GoDaddy

GoDaddy Whois controllo dominio libero

Cosa ci può essere di meglio del Whois offerto gratuitamente dal buon vecchio GoDaddy, la più nota compagnia di Web Hosting al mondo? Il database di GoDaddy è uno strumento eccezionale, utile non soltanto per la verifica dei domini. Il sito stesso riporta che:

“le informazioni WHOIS sono utilizzabili per determinare la disponibilità dei nomi di dominio, identificare eventuali violazioni di copyright e tenere sotto controllo i registranti di nomi di dominio”.

Il funzionamento del tool è banale e identico a tutti gli altri. Basta inserire il dominio interessato nel campo di ricerca e cliccare su “Cerca” per avviare la fase di controllo del dominio inserito. Così facendo GoDaddy restituisce una serie di informazioni fondamentali, come la disponibilità del dominio, la titolarità e tutti i dettagli sulla creazione e scadenza e i nameserver.

DomainsBot

 

DomainsBot Verifica Dominio

DomainsBot è probabilmente uno degli strumenti più completi e funzionali a disposizione per verificare la disponibilità di un dominio. Il punto di forza di questo servizio è che offre, oltre alla verifica di disponibilità di dominio, anche una lista di nomi dominio alternativi, in base ai parametri di ricerca inseriti.

Dopo esserti recato su DomainsBot verificare la disponibilità di un dominio sarà un gioco da ragazzi. TI basterà digitare nell’area di ricerca il nome da verificare e automaticamente il tool di sarà dire se questo è occupato o meno.

Cliccando sulla lente d’ingradimento avvierai la ricerca, la quale ti porterà ad ottenere decine e decine di risultati diversi. Il dominio scelto verrà verificato in tutte le estensioni possibili e addirittura in alcune sua variazioni. Attraverso il pulsante “Modifica risultati” è infatti possibile selezionare la lingua, i TLDs e altri filitri, i quali ci permettono di rintracciare domini simili che fanno al caso nostro.

Questo strumento lo sconsiglio per quanto riguarda la lingua italiana, ma se dovete lanciare un e-commerce o un sito che sia fruibile anche all’estero, questo tool è fondamentale.

Eurologon

Eurologon

Ultimo sito che offre la possibilità di verificare un dominio, nonostante ve ne siano, ovviamente, molti altri, è Eurologon, il quale permette di verificare la disponibilità domini con estrema facilità. Il sito permette due diverse verifiche:

  • Verifica domini tradizionali: qui potrai ricercare facilmente la disponibilità di domini di secondo livello per una grande varietà di TLDs, che potrai scegliere fino a 10 contemporaneamente. La verifica ti indicherà se il sito è libero o se è occupato, rimandandoti alla pagina Whois del dominio.
  • Verifica domini geografici italiani: a differenza dei siti già visti, eurologon permettere di verificare domini con indicazioni geografiche italiane della provincia, come ad esempio nomedominio.val-d-asosta.it, nomedominio.valdaosta.it e via discorrendo. Questa è un’opzione che non è presente in nessun altro sito ed è davvero utile nel caso si stiano lanciando progetti, associazioni o realtà su livello locale.

 

Cosa fare se il dominio è occupato

L’incubo di ogni SEO e di ogni blogger al lancio del proprio progetto. Cosa fare quando il dominio scelto è già occupato? Magari il naming ti ha portato via intere giornate di lavoro e ora che ti sei finalmente innamorato di un nome scopri che questo è già occupato. Le soluzioni sono diverse:

  • Rivolgerti ad un esperto di naming e branding che sia in grado di dare il nome giusto alla tua realtà e di verificarne la disponibilità.
  • Continuare la ricerca del nome giusto in modo amatoriale.
  • Scegliere un altro TLD, dominio di primo livello, nel caso possa questo andare bene per il tuo progetto.
  • Recarsi in un sito che mette a disposizione domini in vendita e andare a vedere se il dominio è acquistabile, come Nidoma e Youdot.
  • Scrivere un messaggio al proprietario del sito, i quali dati sono resi noti grazie all’opzione “vedi dettagli” di drWhois, così da metterti d’accordo con loro per provare ad acquistare il nome dominio.

In questo modo ti sarà possibile procedere con la registrazione del dominio anche se la verifica aveva rilevato che questo non fosse libero.

[Voti: 3    Media Voto: 5/5]