Sulle note delle canzoni di Natale, sguazza nel sangue Happy!, la nuova serie TV apparsa il 26 aprile su Netflix che con cinismo e violenza ci trascina in un mondo folle e inebriante nel quale proiettili e deviazioni mentali dettano legge.

Happy! è una serie televisiva creata da Brian Taylor e Grant Morrison, scrittore dell’omonima grapich novel disegnata da Darick Robertson, nonché un titolo spiccatamente originale che in pochi riusciranno a digerire, a causa della sua folgorante violenza e della forza delle sue immagini.

Protagonista di Happy! è Nick Sax, interpretato da un incredibile Christopher Meloni, un ex-poliziotto oggi folle sicario alcolizzato e cinico che alla vigilia di Natale si imbatte in un guaio infernale. Ad aggiungersi ai problemi del suo complicato lavoro è la comparsa di Happy, un unicorno blu volante che solo Sax può vedere e che lo supplica di aiutarlo a salvare una bambina che è stata rapita.

Sono questi gli ingredienti di base di questa serie TV allucinante condita da una violenza dai tipici tratti Tarantiniani e da un cupo cinismo alla Coehn. Una serie che va a avanti a sorsi di whisky, sniffate di cocacina, pratiche sessuali al limite della schizofrenia e un mare di cadaveri crivellati dai colpi di pistola di Sax.

Violenza e follia sul piccolo schermo

Basterebbe la performance attoriale di Meloni per avere ragioni a sufficienza per guardare questa serie. Christopher infatti da il meglio di sé in questa prova folle, grazie ad una minima facciale e del corpo sorprendente. L’attore riesce a trasmetterci un’immagine ancor più nitida della follia di Nick Sax e del suo odio per il mondo, per il suo disprezzo per quasi ogni forma di vita. Nick Sax è uno di quei personaggi che ami per forza, uno dei buoni che ha più marcio dentro di sé di quello che ha sterminato.

Happy! Serie TV

La surreale violenza di Happy! sembra tendere a serie TV più note quali American Gods e Preacher, e nonostante non riesca a raggiungerne gli esagerati livelli di follia rimane uno dei titoli più disturbanti degli ultimi anni. La storia prosegue con un dinamismo frenetico contraddistinto da schizzi di sangue, motoseghe e pratiche sessuali da clinica psichiatrica.

Showrunner di Happy! è quel pazzo di Brian Taylor, noto al mondo per aver dato alla luce Crank e Crank 2, due delle pellicole più malate e violenti mai proiettate sul grande schermo. Nessuno meglio di Bian avrebbe potuto occuparsi di questa serie TV, viste le enormi somiglianze fra Nick Sax e Jason Statham, protagonista di Crank che necessita di ricaricare il proprio cuore con droghe, stimolanti ed energia elettrica, un po’ come fa Nick con alcol, droga e pasticche per il cuore. Due protagonisti che hanno vissuto così tanto la sporcizia, l’ingiustizia e la malavita da entrarne quasi a far parte.

Disturbante ed ironica la serie segue una sceneggiatura a tratti scontata a tratti esplosiva e originale, che grazie alla fenomenale interpretazione di Meloni e alle splendide inquadrature ti tiene maledettamente incollato allo schermo. Una visione elettrizzante, una pura scarica di follia che nella sua grottesca comicità sanguinolenta e volgare non nasconde tante critiche espresse con durezza e con quel taglio disturbante che caratterizza l’intera serie TV.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here