Nimble Recensione Gioco da Tavolo
Nimble Recensione Gioco da Tavolo

Ultimo aggiornamento:

Ci sono volte in cui hai solo voglia di rilassarti e di giocare in modo spensierato con i tuoi amici, ma se scegli Nimble ti aspetta una sessione di gioco completamente diversa! Questo gioco da tavolo, semplice e intuitivo nella comprensione delle meccaniche di gioco, ti porterà ad una sfida all’ultima carta con i tuoi avversari, in una battaglia adrenalinica dove per vincere dovrai puntare tutto sulle tua abilità, la tua destrezza e la tua vista!

Semplice e divertente, Nimble si è dimostrato un ottimo compagno di gioco in ben più di un’occasione. Che dire, è pure il gioco di carte da tavolo preferito dalla mia ragazza… Sarà mica perché mi distrugge ogni volta? Vediamo assieme le caratteristiche di questo ottimo party game che ci immerge nella letteratura mondiale!

Informazioni su Nimble

Nome originale: Nimble
Creato da: Peter Jürgensen e Christian Schupp
Anno di uscita: 2018
Numero di giocatori: da 2 a 4 giocatori
Età: dai 6 anni in su
Durata media per partita: circa 4-5 minuti a partita
Difficoltà: bassa
Aleatorietà: bassa
Genere: gioco di carte, abilità
Ambientazione: letteratura mondiale
Voto: 7,5
Prezzo: da listino 17,95 € (offerte su Amazon)
Edito da: Cranio Creations

Componenti e realizzazione

Nimble è un party game/gioco per famiglie astratto, basata su colori e splendidi disegni. La confezione del gioco, infatti, non presenta altro se non le 120 carte da gioco, divise in quattro mazzi diversi, uno per ogni giocatore, che presentano il retro di colore diverso, così da poterli dividere. Le illustrazioni riportate sulle carte rappresentano alcune delle storie della letteratura mondiale più belle mai scritte, che figurano all’interno della fronte delle carte.

Ogni colore rappresenta uno dei seguenti libri:

  • Alice nel Paese delle Meraviglie, colore rosso
  • La Guerra dei Mondi, colore viola
  • Moby Dick, Colore azzurro
  • Pinocchio, colore verde chiaro
  • Don Chisciotte, colore verde scuro
  • Il Giro del Mondo in Ottanta Giorni, colore arancione

Carte Nimble

Oltre le carte, all’interno della confezione di Nimble troviamo un semplice foglio di regolamento, più che sufficiente a far comprendere le poche e facili regole dal gioco. Ho trovato particolarmente apprezzabile questo regolamento, perché seppur piccolo è molto curato anche nell’aspetto grafico e tutte le fasi di gioco sono rappresentate con degli accurati disegni che permettono di comprendere ancora più facilmente il gameplay di questo gioco.

Meccaniche di gioco

La preparazione di Nimble è estremamente semplice e veloce, e per intavolarlo non servono che una manciata di secondi. Per iniziare bisogna assegnare ad ogni giocatore uno dei mazzetti da 30 carte e, conseguentemente, mischiarlo. A questo punto piazzare alcune carte al centro del tavolo, ponendole a faccia in su e in una posizione che sia facilmente raggiungibile dai giocatori.

  • Se si è in due, un giocatore dovrà piazzare 2 carte, mentre l’altro una sola
  • Se si è in tre, ogni giocatore deve piazzare 1 carta a testa
  • Se si è in 4, solo tre giocatori dovranno piazzare 1 carta

Le carte piazzate rappresentano le pile bersaglio, il nucleo di questo gioco.

Come si vince

L’obiettivo del gioco consiste nel riuscire a piazzare tutte le proprie carte all’interno delle tre Pile Bersaglio sul tavolo. Il primo giocatore che rimane senza carte, vince.

Come si gioca

Partiamo dalla regola principale del gioco: tutti i giocatori giocano simultaneamente. Nimble non è un gioco a turni: la sua forza e componente più caciarona e divertente consiste proprio nel far giocare tutti quanti contemporaneamente, così che ci si possa infastidire l’un l’altro. In fondo, è una gara di velocità!

Ma come si piazzano le carte?

Ogni giocatore tiene il proprio mazzo di carte in mano rivolto a faccia in giù. Con la mano libera si deve girare la carta in cima al mazzo e porla davanti a sé, formando quella che viene definita Pila degli Scarti. Qui si andranno a piazzare tutte le carte pescate che non si riescono a piazzare sulle Pile Bersaglio.

Per piazzare le proprie carte sulle Pile Bersaglio, il colore del bordo della carta pescata deve coincidere con il colore del cerchio di una delle tre carte in cima alla Pila Bersaglio. Prima di poter piazzare la carta pescata su di una delle tre pile, questa deve quantomeno toccare la Pila degli Scarti del giocatore.

Oltre a piazzare le carte pescate dal proprio mazzo, si possono piazzare anche le carte in cima alla propria Pila degli Scarti. Per farlo è sufficiente riprenderla in mano la carta in cima e poggiarla a faccia in giù nel proprio mazzo. A questo punto si sarà “liberata” la carta sottostante, che potrà essere piazzata sulle Pile Bersaglio. Fondamentale risulta quindi ricordarsi di che colore fosse il colore del bordo della carta.

Quando, poi, si finiscono le carte del proprio mazzo, si prende in mano la Pila degli Scarti, la si volta a faccia in giù e si riprendere a giocare, fino a quando non si finiscono tutte le carte.

Verificare la vittoria

Sbagliare, in questo gioco, è molto probabile, soprattutto se sì è alle prime partite di Nimble. Il gioco richiede parecchia destrezza, una buona vista e mente veloce, quindi è possibile sbagliare ogni tanto, anche “per colpa” dei ritmi frenetici di gioco. Per fortuna Peter Jurgensen ha previsto la possibilità di verificare la vittoria, per accertarsi che qualcuno non abbia sbagliato e/o imbrogliato.

A fine partita è sufficiente girare i mazzi delle Pile Bersaglio e rivelarne una alla volta, così da scoprire se vi è un errore di piazzamento. Se sì becca una carta piazzata errata, basta girarla e scoprire il colore del mazzo, così da sapere a che giocatore apparteneva. Se a sbagliare è stato il giocatore che per primo ha finito le carte, questo perde automaticamente e la vittoria passa al giocatore che è rimasto con meno carte in mano.

Recensione del gioco da tavolo

Recensione Nimble, Cranio Creations

Adrenalinico gioco di riflessi, colpo d’occhio e velocità, Nimble è il perfetto compagno di giochi per famiglie, nonché per giocatori stanchi dei soliti giochi complessi e super strutturati e per momenti di pausa. Caratteristica vincente di questo gioco da tavolo è la meccanica di gioco simultanea, che lo rende spiccatamente divertente e caciarone, così da poter rientrare sia fra i giochi in scatola per bambini che fra i giochi da tavolo per adulti.

Le brevi partite, la preparazione istantanea e l’alto grado di interazione, senza dimenticare l’enorme rigiocabilità, rendono Nimble un ottimo compagno di gioco in tutte le situazioni. Peccato per l’ambientazione che, di fatto, non ha alcuna valenza nel gioco e non è per nulla evidente o rilevante. E’ pur sempre vero che, in un gioco del genere, “l’ambientazione” ha ben poca importanza. Quello che conta è la giocabilità di Nimble, che diverte e, una volta intavolato, non può più essere messo via, perché crea un’atmosfera di sfida che porta i giocatori a volersi scontrare ripetutamente ancora e ancora.

Insomma, Nimble, nella sua semplicità, funziona eccome, e non solo se a giocarlo sono dei bambini, ma anche se sono una coppia di sposini o qualsiasi altro giocatore.

Pro:

  • Regole semplici e meccaniche di gioco intuitive
  • Gameplay frenetico, veloce e adrenalinico
  • Perfetto per famiglie e per bambini, ma apprezzabile da tutti i tipi di giocatori
  • Elevato grado di interazione e divertimento

Contro:

  • Giocabile solo fino a 4 giocatori
  • Ambientazione di mera valenza estetica
[Voti: 14    Media Voto: 5/5]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here