Era da tempo che cercavo un anime su Netflix che mi riuscisse a sorprendere ed interessare, e Kiseiju – L’ospite indesiderato è stato provvidenziale. Incuriosito dalla bizzarra immagine di copertina dell’anime e da qualche chiacchiericcio sul web, ho cominciato a guardarlo senza aspettarmi granché, finendo poi per divorarlo e apprezzarlo tantissimo.

Ora che l’ho finito posso dire con certezza che assieme a The Seven Deadly Sins e Steins:Gate è uno degli anime più belli presenti su Netflix, una serie davvero piacevole da guardare che lascia spazio anche a qualche interessante riflessione matura.

Dettagli Kiseiju l’ospite Indesiderato:

Nome originale: Kiseijuu – Sei no Kakuritsu
Autore: Hitoshi Iwaaki
Numero episodi: 24 (durata ep. 24 minuti circa)
Genere: seinen, body horror, psicologico
Voto: 9/10
Puoi vederlo su: VVVVID e Netflix

L’anime Kiseiju l’Ospite Indesiderato è un adattamento del manga Parasyte, scritto da Hitoshi Iwaaki e pubblicato tra il 1988 e il 1989, attualmente acquistabile in ristampa pubblicato dalla Goen in una splendida edizione!

Trama

In Giappone si stanno verificando numerosi e violenti omicidi, causati da parassiti che entrano all’interno degli umani impossessandosi del loro cervello, dal quale controllano il corpo. Uno di questi raggiunge la casa di Shinichi Izumi e tenta di entrare nel suo corpo fino a raggiungere il cervello. Il ragazzo, però, si sveglia di soprassalto e riesce a bloccare il parassita che rimane bloccato nella sua mano destra.

Da questo momento in poi Shinichi e il parassita saranno costretti ad una difficile convivenza, che complicherà la vita al giovane studente. Gli omicidi però non si fermano e presto Shinichi sarà costretto ad affrontare altri parassiti e a lottare per la propria umanità.

Recensione di Kiseiju L’ospite Indesiderato

L’anime comincia in maniera bizzarra, dapprima con un violento e sanguinoso omicidio e poi con un parassita senza scrupoli dall’aspetto ridicolo, rimasto bloccato nella mano destra di Shinichi. Proprio Destri e Shinichi Izumi sono i due personaggi che ci accompagneranno in questa storia fantastica, caratterizzata da situazioni drammatiche e dolorose e scontri epici e sanguinosi.

destri parassita kiseiju

La storia è originale, benché di titoli aventi come protagonisti alieni o parassiti che infestano la terra portandovi scompiglio ve ne siano numerosi, proprio per merito dei due protagonisti, il parassita il giovane studente, e per la presenza di tanti altri personaggi ben caratterizzati che danno maggior spessore e profondità alla trama, la quale può essere goduta, e apprezzata, anche dai più grandi. L’Ospite Indesiderato non si limita ad essere un body horror shonen con combattimenti e una trama lineare, ma è a tutti gli effetti un seinen ricco di elementi introspettivi e psicologici, in grado di emozionare e porre qualche domanda nello spettatore.

L’intera storia è letteralmente disseminata da colpi di scena ben curati e strutturati, che rendono la serie elettrizzante, emozionante e intrigante, costringendo lo spettatore a incollarsi davanti allo schermo per scoprire cosa accadrà nella puntata seguente. Le storie d’amore più evidenti sono due, per nulla smielate benché ricche di tante emozioni che rompono lo schermo grazie agli affascinanti dialoghi e alle lacrime dei protagonisti. Non solo l’amore fra un uomo e una donna, ma anche quello di un figlio per la madre e di una madre per un figlio.

Kiseiju l’Ospite Indesiderato è un anime che rende protagonista proprio le emozioni, rese vivide e taglienti da un OST meraviglioso, in grado di graffiare l’anima, che accompagnato alle scene forti, spettacolari e drammatiche di questo anime riesce a piegare anche il cuore più freddo.

L’anime è intriso di dolore, vendetta e sofferenza, ma lascia spazio anche all’amore, all’amicizia, al coraggio e, soprattutto, a due tematiche centrali: l’etica e la morale. Cosa ci differenzia dagli animali? In cosa siamo migliori? L’umanità è retta e degna di vivere o il comportamento dei parassiti e una risposta ai nostri errori?parassita Kiseiju

A dare vita a queste profonde riflessioni sarà lo stesso protagonista, il quale si troverà a lottare con parassiti crudeli, privi di emozioni e sentimenti, interessati unicamente allo sterminio dell’umanità, privi una qualsivoglia etica e morale. Shinichi, in tutto questo, dovrà arrampicarsi alle sue emozioni più umane, ai suoi errori, alle sue paure, alle sue leggi morali e ai principi etici, per dimostrare agli altri, ma soprattutto a se stesso, di essere ancora umano.

Nella sua strada si porranno numerosi ostacoli, dalle ragazze ai parassiti stessi, che in questo anime sono dotati di una propria coscienza, e quindi in grado di organizzarsi e svilupparsi. E’ proprio l’introspezione di ogni singolo personaggio, compresi i parassiti, che rende l’Ospite Indesiderato il piccolo capolavoro che è, facendoli apparire reali e credibili.

In sintesi Kiseiju l’Ospite Indesiderato non ha nulla da invidiare agli anime più noti e chiacchierati, e vanta splendidi personaggi, una trama originale e ben costruita, ricca di colpi di scena e di momenti di grande adrenalina e drammaticità, scontri epici e un ottimo finale. Un anime che consiglio di vedere a chiunque, anche ai più suscettibili, poiché la presenza di scene forti non è certo sufficiente a definirlo un horror (se però sangue, mostri e omicidi non fanno per voi, allora tenetevene a distanza).

[Voti: 9    Media Voto: 4.6/5]